Documentari

Prodotti audiovisivi divulgativi per diffondere la conoscenza sugli eventi dell'esodo e sulle caratteristiche socio-culturali dei territori giuliani, istriani e dalmati.

R.A.M. Ricerca Archivio Memoria

MEJA - guerre di confine

Da Rai Storia: 4 episodi per comprendere la storia del confine orientale d’Italia, 4 episodi tratti da un documentario presentato ai festival di Pessac e Biarritz in Francia e Bra nel Montenegro, ma ancora inedito in Italia. Una storia che inizia il 4 novembre del 1918, con l’annessione all’Italia del Friuli e di Trieste, poi la II guerra mondiale e l’occupazione della Slovenia, le foibe, gli esuli sino alla scomparsa del confine secondo il trattato di Maastricht.

Prima puntata: la reggenza di Fiume, con immagini tratte dal mediometraggio “Il paradiso all’ombra delle sciabole” con le didascalie vergate da Gabriele D’annunzio, poi la fascistizzazione di Trieste e l’incendio del Narodni Dom, la casa della cultura slovena, repertorio fotografico di archivi e fondi locali e le puntualizzazioni degli storici Marta Verginella e Dario Matiussi “questa terra ha prodotto molta più storia di quanta ne potesse consumare!”

Seconda puntata: l'invasione nazifascista dei Balcani e l'Operazione Castigo. Lubiana diventa un campo di prigionia a cielo aperto. 

Terza puntata: la poco conosciuta storia del campo di concentramento di Rab in cui persero la vita, tra l’inverno del ‘42 e il settembre del ’43, 1433 sloveni.

Quarta puntata: dal dramma dei deportati nei campi di concentramento, all’orrore delle foibe, all’esodo di decine di migliaia di profughi.

Io credo che non si possa parlare di foibe senza parlare anche di cosa è accaduto prima, ma non si può neanche parlare di ciò che è accaduto prima come giustificazione delle foibe.” (OLIVA)  

Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nel Friuli Venezia Giulia

L'Esodo, il CRP di Padriciano e il monumento a Rabuiese, 1944-1958 - Le vie della memoria

Le vie della memoria. Un percorso tra le violenze del Novecento nella Provincia di Trieste. Soggetto e sceneggiatura: Raoul Pupo, Roberto Spazzali.

Progetto AestOvest

Il campo profughi di Padriciano

Il Centro Raccolta Profughi di Padriciano si trova sul Carso triestino. Dal 1948 al 1976 fu utilizzato per dare rifugio agli esuli provenienti dai territori alto-adriatici. Un video realizzato nell'ambito del progetto AestOvest [Italia, 2008]

Produzione ISGREC - Istituto Storico

La nostra storia e la storia degli altri. Viaggio intorno al Confine Orientale

Percorrere i luoghi della memoria del Confine orientale come un viaggio nello spazio e nel tempo, attraverso i segni degli spostamenti del cosiddetto “confine mobile”, in un territorio che è stato definito “laboratorio della storia del Novecento”.

Attraverso immagini di luoghi, interviste a protagonisti e storici emergono le tracce di storie individuali e della complessa vicenda del confine orientale.

Regia di Luigi Zannetti, consulenza di Luciana Rocchi